x

Trend digitali 2020: ecco cosa ci aspetta e su cosa puntare



Pubblicato: 15-11-2019 Web Marketing Social Media Technologies

Quali sono i trend digitali da seguire nel 2020? TikTok, realtà aumentata, nano-influencer marketing, digital detox e ipertargettizzazione. Scopriamoli insieme.

Natale è ancora lontano? Dalle decorazioni nei negozi e i primi spot pubblicitari a tema non sembrerebbe; e per i web marketers, alle prese con pianificazioni editoriali e lancii di nuove campagne, il nuovo anno è ancora più vicino. Ecco perché è già il momento di farci un'idea sui trend digitali per il 2020. TikTok, Digital Detox, Fake News, influencer marketing e realtà aumentata: ecco alcune delle tendenze da seguire.

TikTok: il nuovo social network da considerare

Nell'Olimpo dei social media Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter e Youtube devono far spazio ad una nuova divinità: TikTok. Sentiamo sempre più parlare di questo social network made in China che sta spopolando tra i più giovani e tra i personaggi famosi; di conseguenza il 2020 sarà l'anno in cui investire un buon budget marketing su questa piattaforma emergente. TikTok non influisce tanto sul tempo che gli utenti spendono sui social network per intrattenersi, quanto sulla scelta del canale su cui farlo. Questo ci porta a riflettere sulle inedite modalità di fruizione e il genere di contenuti che attirano evidentemente l'attenzione del potenziale target. Ma non dimentichiamo un importante presupposto: non sono i social a cambiare i comportamenti, bensì la nuova generazione di utenti che avanza ad influire sulle loro funzionalità.

Scopri anche i lati oscuri di TikTok messi in luce dal Guardian.

trend digitali

Social media wellness

La rimozione dei like totali sotto i post di Instagram costituisce un segnale chiaro del fatto che l'eccessiva dipendenza dai social sia diventata una problematica sempre più sentita anche ai piani alti. I social networks sono ormai una parte integrante della nostra quotidianità, ma forse costituiscono ancora una rivoluzione troppo giovane da poter gestire con lucidità da parte degli utenti, e della società. Il 2020 sarà un anno decisivo per scongiurare la fagocitazione delle persone da parte delle piattaforme social, grazie a campagne di sensibilizzazione che solleciteranno ad abbandonare la realtà digitale per passare più tempo in quella... reale. 

D'altronde siamo sempre più connessi e sommersi di messaggi, immagini e contenuti e gli utenti iniziano a rendersene conte avvertendo un bisogno di disintossicazione da queste costanti sollecitazioni informative. Il Digital Detox sarà dunque una tendenza, ancora una volta, richiesta dall'audience stesso a cui i brand dovranno prestare ascolto se non vogliono generare sensazioni negative nei propri confronti. 

Data privacy e fake news

La maggior consapevolezza degli utenti è dimostrata in primo luogo dalla crescente attenzione al trattamento dei propri dati personali, soprattutto in seguito agli episodi spiacevoli che hanno visto come protagonista proprio il colosso dei social networks Facebook. La trasparenza è sempre più richiesta ed è un requisito capitale nella valutazione e nell'affiliazione ad un brand. Nel 2020 si avrà una risposta più netta a questo problema, già anticipata dalle reolamentazioni in chiaro e dalla proattività di molte piattaforme digital. L'obiettivo sarà l'affermazione di una cultura dell'etica digitale, basata sulla fiducia tra brand e consumatori.

Ecco i provvedimenti presi da Facebook a favore della privacy.

Realtà aumentata e realtà virtuale

Con l'avvento del 5G realtà aumentata e realtà virtuale non saranno più "relegate" al settore dell'intrattenimento; diventeranno un'ulteriore risorsa per i brand che vogliano rendere le proprie app sempre più intuitive e coinvolgenti, per migliorare l'esperienza del cliente in una dimensione omnichannel. Soprattutto per il turismo e il settore immobiliare sarà un'opportunità ulteriore per avvicinarsi ai bisogni degli utenti; per non parlare della frontiera della chirurgia. Tuttavia, le tecnologie per rendere semplice e alla portata di tutti un'esperienza immersiva di tal genere sono ancora in fare di sperimentazione. 

Iper-targettizzazione

Sono sempre più gli utenti connessi, parlando poi di Generazione Z siamo di fronte ad una schiera del tutto nuova rispetto a quelle già note. Il 2020 permetterà di scendere sempre più nel dettaglio nella targettizzazione e nell'interazione con il pubblico, dalle sponsorizzazioni sui motori di ricerca ai contenuti social, fino alle ricerche vocali. D'altronde la tecnologia consente ai brand di conoscere sempre meglio abitudini, gusti e spostamenti degli utenti. Ma soprattutto le aziende dovranno essere al passo con i cambiamenti dei comportamenti digitali e non dei loro target. Ad esempio, sui social saranno investiti budget sempre maggiori tra le nuove esperienze interattive nel newsfeed di Facebook e Instagram ci saranno i formati video di 5/10 secondi in verticale.

Micro-influencer marketing

Non solo iper-targettizzazioned egli utenti, ma anche iper-selezione degli ingluencer cui rivolgersi. L'influencer marketing è ormai una realtà consolidata per le aziende alle prese con eventi promozionali e campagne di prodotto. Tuttavia anche quest'attività subirà decisivi cambiamenti nell'anno venturo. I brand non si rivolgeranno solamente ai micro-influencer: punteranno addirittura ai "nano"- influnecer, opinion leader di nicchia che offrono comunità ristrette ma altamente coinvolte. Inoltre, nei risultati ottenuti grazie ai micro e nano-influencer ha finora influenzato meno la rimozione dei like dai post di Instagram

Ma qual è il ruolo dei social influencer? Davvero riescono ad “influire” nelle scelte dei propri followers? E, soprattutto, quanto le aziende in Italia ne sono consapevoli e sfruttano il fenomeno? Le risposte a tutte queste domande le rivela il report svolto dall’Osservatorio sull’Influencer Marketing 2018, realizzato da IED e AKQA analizzato nel nostro articolo.

trend digitali

Contenuti generati dagli utenti

NOn solo utenti attenti alla propria privacy, quelli di oggi sono utenti attivi che desiderano contribuire nella costruzione dei messaggi e della propria esperienza. Ecco perché nel 2020 verrà lasciato sempre più spazio ai contenuti generati dagli utenti stessi, creati in modo istantaneo grazie alle facilitazioni sempre più progressive della tecnologia.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità e i trend digitali 2020? Continua a seguire il nostro blog di Key Associati.

Articoli Correlati