x

Social influencer: le nuove aspettative degli utenti



Pubblicato: 11-12-2020 Advertising Social Media Web Marketing

Gli utenti con il Covid-19 hanno cambiato atteggiamento verso i social influencer. Non basta più bellezza e luxury: oggi devono impegnarsi socialmente.

Eccoci al nostro quarto appuntamento alla scoperta dei trend digitali che probabilmente caratterizzeranno il 2021. We Are Social ha elaborato una ricerca relativa ai comportamenti delle persone online che hanno caratterizzato questo 2020. L'accelerazione digitale provocata dal lockdown, oltre all'incremento del traffico online e alla scoperta di app come TikTok, ha comportato il cambiamento delle esigenze degli utenti sui social network. Ad esempio: cosa si aspetteranno le persone dagli influencer social oggi? Scopriamolo.

Social influencer e Covid-19 (H2)

Finora abbiamo avuto modo di scoprire alcuni nuovi trend digitali, frutto dello shock provocato dall'emergenza, dalle prolungate misure di distanziamento sociale e dal lockdown. In-feed intimacy, Attivismo digitale e community digitali sono i primi tre trend che abbiamo scoperto, a partire dallo studio di We Are Social. Qui vogliamo approfondire meglio una quarta tendenza che potrebbe fare da padrona nel 2021. Parliamo dei valori e dei messaggi che gli utenti si aspetteranno da parte dei social influencer.

Negli ultimi anni gli in infuencer sono stati nel mirino delle critiche. In questo 2020 alcuni di loro si sono distinti per aver infranto la quarantena, pubblicato contenuti poco sensibili. Non solo: alcune ricerche hnno rivelato che proprio i personaggi pubblici sono stati responsabili per il 69% della disinformazione sui social riguardante il Covid-19. Soprattutto in considerazione delle potenzialità nocive della circolazione di fake news, oggi gli utenti esigono un’assunzione di responsabilità da parte degli influencer. Inoltre, hanno maturato una maggiore severità nel decidere quale personaggio pubblico cominciare a seguire. 

Tutto questo rientra in una più ampio cambiamento di atteggiamento delle persone che si sono distaccate dall'adulazione acritica dei profili pubblici a favore di una valutazione del valore tangibile che la loro attività potrebbe suscitare nella realtà concreta. Quindi, quanti finora hanno conquistato popolarità e follower puntando su bellezza, culto del lusso e ricerca del successo, dovranno rimboccarsi le maniche e dimostrare di essere anche altro. Gli influencer sui social dovranno far valere la propria integrità e la propria responsabilità nell'esercitare in maniera consapevole e matura l'influenza di cui sono portatori. Ad esempio, quando il pubblico si è rivolto a Selena Gomez nei giorni più caldi del Black Lives Matter, l’attrice ha messo i propri profili social a disposizione della causa, facendo da megafono ai protagonisti del movimento. Insomma: il pubblico continuerà a seguire i VIP, ma l'esperienza mondiale del Covid-19 ha fatto emergere in tutta la sua forza quanto i fatti e i contenuti concreti siano di gran lunga più efficaci di un bel viso per mantenere un posto di valore nel feed e nella considerazione degli utenti.

Social influnecer: i nuovi comportamenti

Seguire esperti di settore

Durante la pandemia abbiamo imparato a conoscere dei volti nuovi. Sono quelli dei virologi, degli immunologi e di altri professionisti della salute che dalla televisione innanzitutto, ma anche dalle piattaforme social, ci guidano alla comprensione del comportamento del virus e delle giuste abitudini da seguire. Negli Stati Uniti il Dottor Fauci è diventato il punto di riferimento per molte community online, ponendosi come voce calma e ragionevole nel cuore di una pandemia imprevedibile e destabilizzante. Questo accesso ad informazioni mediche autorevoli sarà probabilmente un trend che le persone vorranno mantenere nel 2021. Non solo, il desiderio di democratizzare informazioni specializzate attraverso i social probabilmente contaminerà anche settori non strettamente medici e gli utenti cominceranno a seguire sempre più i profili di autorità nei diversi ambiti. 

Mettere le piattaforme social a disposizione di cause importanti 

Lo abbiamo detto più volte: ormai l’aspettativa degli utenti è e sarà sempre più quella che chi abbia un ampio seguito prenda a cuore cause di interesse collettivo. In questo senso hanno riscosso molto successo il calciatore inglese Marcus Rashford, che ha usato i suoi social per denunciare la povertà alimentare infantile; ma anche Kim Kardashian e Leonardo DiCaprio, che hanno lanciato un boicottaggio di 24 ore di Instagram schierandosi con il movimento #StopHateForProfit, per protestare contro il ruolo di Facebook nella diffusione di fake news. 

Cosa potrebbero fare i brand? 

In considerazione di tutto questo, i brand dovrebbero intelligentemente attingere ai propri esperti per raccontare come funziona il proprio settore, evocare autorevolezza ed ispirare fiducia. Non solo, nel momento in cui un'azienda decida di intraprendere una strategia di influencer marketing, deve allora valutare attentamente la reputazione del partner da scegliere. Gli infuencer serviranno infatti sempre più come testimonial dei valori del brand. 

Restano ancora due grandi trend per prepararsi al 2021. Restate collegati con il nostro blog per scoprirli!

Articoli Correlati